Conferenza su sant’Agostino

Il 16 marzo 2018, presso il PAN (Palazzo delle Arti Napoli) nella centralissima via dei Mille, si è tenuta la conferenza di Padre Vittorino Grossi Agostiniano, docente emerito di Patrologia e Patristica dell’Università Pontificia Lateranense e del’Istituto Patristico Augustinianum, già Preside e Direttore della rivista di studi patristici Augustinianum alla quale è seguito l’interessante intervento della Prof.ssa Nadjia Kebour docente di civiltà e lingua araba presso l’Universita Alma Studiorum di Bologna.

 

Il Professore Vittorino Grossi ha messo in rilievo Sant’Agostino come uomo universale e portatore di civiltà e cultura nel mondo

 intero partendo dalla sua città natale di Tagaste in Algeria ed attraversando il Mediterraneo quale “migrante della verità”. Il nomadismo diviene così valore portante e consolidante del dialogo interculturale e religioso tra civiltà attraversando tempo e spazio. Padre Vittorino ha anche ricordato il Presidente Abdelaziz Bouteflika, che ha fortemente voluto il congresso internazionale su “Augustnus Afer”: Africanità e universalità di S. Agostino” nel 2001 ad Algeri . 
Sono stati momenti d’intensa riflessione sull’anima dell’Algeria aperta al dialogo ed all’accoglienza. 

 

L’intervento della Professoressa Kebour ha approfondito la ricerca del dialogo ed il perseguimento della carità in Agostino, poiché solo con l’amore si costruisce l’amicizia, la convivenza ed il dialogo tra civiltà e popoli.

Infine Giuseppe Ussani d’Escobar, il curatore della mostra “Algeria Terra Infinita – Nomadismo di Pensiero e di Cuore” ha concluso leggendo una bella poesia di Apuleius di Mdaourech (Algeria) dedicata ad Iside portando a compimento il tema dell’universalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.