Il Ministro degli Affari Esteri incontra a Berlino l’Inviato personale dell’ONU per il Sahara Occidentale

Il Ministro degli Affari Esteri Abdelkader Messahel ha incontrato giovedì 15 febbraio 2018 a Berlino l’Inviato personale del Segretario Generale dell’ONU per il Sahara Occidentale, Horst Kohler.

Questo incontro fa parte delle consultazioni che Kohler sta conducendo con le due parti, il Marocco e il Polisario, così come gli Stati confinanti, Algeria e Mauritania, nel quadro del mandato che gli è stato affidato dal Consiglio di Sicurezza.

Kohler ha illustrato i risultati delle sue consultazioni con vari Alti Funzionari, tra cui il Presidente ruandese e Presidente dell’Unione africana, Paul Kagame, i funzionari della Commissione dell’Unione Africana, nonché quelli delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea.

E stato altresi discusso del contributo dell’Unione Africana nella risoluzione del conflitto nel Sahara Occidentale, in particolare alla luce della decisione adottata dal Vertice dell’Organizzazione Continentale nel gennaio 2018, che ha chiamato al rilancio dei negoziati diretti e incondizionati tra il Marocco e la Repubblica Democratica Araba Sahariana.

Durante questo incontro, Messahel ha ricordato che la questione del Sahara occidentale, un territorio iscritto dal 1963 nell’elenco dei Territori non autogestiti, era una questione di decolonizzazione, la soluzione deve essere basata sull’esercizio da parte del popolo del Sahara del suo diritto inalienabile all’autodeterminazione, in accordo con la dottrina e la pratica delle Nazioni Unite a questo riguardo.

Il capo della diplomazia algerina ha anche ricordato l’importanza accordata al principio dell’intangibilità delle frontiere africane ereditati durante l’indipendenza di tutti gli Stati Africani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.