Category Archives: stampa

Faouzi Ghoulam vince il Pallone d’Oro 2017

Il difensore internazionale algerino del SSC Napoli, Faouzi Ghoulam, ha vinto il Pallone d’oro 2017 come miglior calciatore algerino, in occasione del sondaggio organizzato dai quotidiani sportivi “Le Buteur e El-Haddaf” lunedì sera all’Opera “Boualem Bessaih” di Algeri.

Ghoulam ha ritirato il premio consegnatoli dall’ex terzino sinistro dell’AC Milan (Italia), Paolo Maldini, ospite d’onore di questa 17esima edizione di Ballon d’Or.

La cerimonia di premiazione è stata arricchita dalla presenza dei Ministri della Gioventù e dello Sport, El Hadi Oud Ali, della Cultura, Azzedine Mihoubi, della Comunicazione, Djamel Kaouane e delle Risorse idriche, Hocine Necib, nonché del Wali di Algeri, Abdelkader Zoukh, e di diverse personalità del mondo dello sport.

In questa occasione faouzi ha dichiarato: “oggi, tutto questo conferma la mia scelta e sono davvero felice di condividere questi momenti nel mio paese. Mi sono davvero divertito e vi ringrazio di nuovo”. Non posso dire che mi aspettavo ad una tale premiazione, in particolare dopo la ferita riportata lo scorso novembre. Ero così determinato e non mi sono arreso”.

“Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito al successo di questo evento, in particolare El Heddaf, senza dimenticare i miei genitori. È un grande premio per la mia giovane carriera calcistica e alla presenza di uno dei migliori terzini della storia del calcio, Paolo Maldini”.

Nuovo Anno Amazigh 2968

In occasione del Nuovo Anno Amazigh 2968, che coincide ogni anno con il 12 gennaio che il popolo algerino festeggia per celebrare la sua storia e cultura amazigh, Sua Eccellenza, l’Ambasciatore Abdelhamid SENOUCI BEREKSI , e Tutto il personale dell’Ambasciata d’Algeria a Roma presentano a tutti gli Algerini e Algerine residenti in Italia, a Malta ed in Bosnia Erzegovina e San Marino i loro sentiti complimenti ed i migliori auguri.

 

                               * Assaggwass th’ammaggaz, th’win adyawin th’alwith th’lissar*

Opportunità di investimento in Algeria   Per i membri della comunità Residente all’estero

AI GIOVANI DELLA COMUNITA NAZIONALE ALL’ESTERO

Giovani compatrioti all’estero:

Sulla base delle competenze acquisite nei vostri paesi di accoglienza costituite una ricchezza per il vostro Paese in quanto vettori efficaci di trasferimento di know-how e di dinamismo di cui la vostra patria ha bisogno per la costruzione di un’economia moderna e performante.

Il vostro Paese, l’Algeria, vi offre le possibilità per dare il vostro contributo al suo sviluppo economico e sociale.

In questo ambito, il programma di Sua Eccellenza, il Presidente della Repubblica, Signor Abdelaziz BOUTEFLIKA, accorda un interesse particolare alla comunità nazionale all’estero e alla sua partecipazione attiva in tutti i settori dell’economia nazionale. 
Queste dispositivi statali di appoggio alla creazione di attività sono gestite da due Enti: l’Agenzia Nazionale di Sostegno all’Occupazione dei Giovani (ANSEJ) per i giovani promotori di progetti di età compresa tra i 19 e i 35 anni (40 anni quando il progetto crea piu di 3 posti di lavoro) e la Cassa nazionale d’assicurazione contro la disoccupazione (CNAC) per i disoccupati di età compresa tra i 30 e i 50 anni.

Queste disposizioni si basano su un finanziamento triangolare nel quale intervengono: i) un contributo del promotore (1% – 2%) – ii) un prestito a titolo gratuito (PNR) concesso dall’ANSEJ o dalla CNAC (28% – 29%) e iii) un prestito bancario (70%) agevolato al 100%.

L’ANSEJ dispone anche di una formula mista senza ricorso al prestito bancario con un intervento del promotore pari al (71%-72%) e il prestito a titolo gratuito dell’ANSEJ (28% – 29%).

La soglia d’investimento, a prescindere dalla formula, è fissata a 10.000.00 dinari.

Questi due enti, oltre alla loro partecipazione al montaggio finanziario del progetto attraverso la concessione di un prestito a titolo gratuito, assicurano anche un accompagnamento ai promotori lungo tutto il proceso di creazione della micro impresa e durante la fase operativa.

Diversi vanatggi fiscali e parafiscali sono concessi e degli incentivi sono adottati a favore dei beneficiari di questi dispostivi; vantaggi e misure che potete consultare sui siti web dell’ANSEJ (www.ansej.org.dz) e della CNAC (www.cnac.dz) o tramite contatto diretto con questi enti dove riceverete il miglior supporto e vi verranno comunicate tutte le informazioni.
Inoltre, a partire dal 2018, l’ANSEJ e la CNAC sviluperranno un servizio elettronico che vi darà la possibilità di iscrivervi online e vi permetterà di seguire l’evoluzione della vostra pratica senza dovervi spostare!

Inoltre, sul sito del Ministero del Lavoro, dell’Impiego e della Sicurezza sociale è in fase di preparazione un portale esclusivamente destinato ad informare la nostra comunità all’estero su tutte le opportunità d’investimento esistenti, sui vantaggi e sugli incentivi offerti agli investitori.

Dei programmi televisivi saranno organizzati dell’emittente pubblica “Canal Algérie” sul tema dell’imprenditoria dei giovani con lo scopo di diffondere le disposizioni attuate dai poteri pubblici nell’ambito del sostgno alla creazione di attività a favore dei giovani e dei disoccupati promotori.

Durante il periodo estivo, l’ANSEJ e la CNAC organizzeranno inoltre delle giornate porte aperte a favore dei giovani compatrioti in vacanza nel Paese, nel corso delle quali tutte le informazioni necessarie saranno loro fornite.

Infine, tutte le informazioni relative ai dispositivi pubblici di sostegno alla creazione di attività, saranno trasmesse in formato elettronico e sotto forma di depliant alle nostre rappresentazioni diplomatiche e saranno a vostra disposizione.

Giovani compatrioti all’estero:

Sulla base delle competenze acquisite nei vostri paesi di accoglienza costituite una ricchezza per il vostro Paese in quanto vettori efficaci di trasferimento di know-how e di dinamismo di cui la vostra patria ha bisogno per la costruzione di un’economia moderna e performante.

In tal senso, a prescindere dal Paese nel quale residiate, recatevi presso le nostre rappresentazioni diplomatiche o negli enti nazionali di promozione della micro impresa nel corso dei vostri soggiorni in Algeria per poter conoscere e cogliere tutte le opportunità che vi sono offerte e contribuire in questo modo alla costruzione del vostro Paese e al suo sviluppo in tutti i settori.

Alloggi promozionali pubblici per la comunità algerina all’estero

Conformemente alla decisione di Sua Eccellenza il Presidente della Repubblica, Abdelaziz Bouteflika, di fornire ai membri della comunità nazionale all’estero l’accesso agli alloggi promozionali pubblici LPP in Algeria, il Ministro per l’Edilizia Abitativa, la Pianificazione urbana e la Città ha definito i termini di questa operazione.

Il Ministero ha confermato in un comunicato che gli alloggi sono destinati ai cittadini non residenti in Algeria che non possiedono, né loro né i loro coniugi, una proprietà residenziale, ad eccezione di un’abitazione di tipo f1, o di un lotto di terreno edificabile e di non aver beneficiato di un aiuto finanziario dello Stato per l’acquisto o la costruzione di un alloggio.

A questo proposito, le persone che desiderano avvalersi di questa formula, dovranno depositare una richiesta di acquisto di alloggio, una copia della carta d’identità nazionale e di un certificato di residenza all’estero, nonché una dichiarazione d’onore firmata dal richiedente e legalizzata presso il servizio consolare del Paese di residenza, attestante che né il richiedente né il suo coniuge abbiano beneficiato di alloggi pubblici, di un lotto di terreno o di un aiuto finanziario da parte dello Stato per l’acquisto di abitazioni o nell’ambito della costruzione di un alloggio.

La nota indica che l’iscrizione preliminare del richiedente avviene tramite Internet dove viene rilasciata una ricevuta con un numero di registrazione e una password per monitorare l’accoglimento della domanda del richiedente.

Il richiedente può altresì scegliere il tipo di alloggio tra un appartamento di 3 camere, con una superficie di 80 m2 o di un appartamento di 4 camere con una superficie di 100 m2 o di un appartamento di 5 camere con una superficie di 120 m2 con un margine di tolleranza di circa il 5%.

Per i prezzi degli alloggi, il Ministero ha chiarito che la determinazione del valore degli alloggi promozionali pubblici è in conformità alla decisione ministeriale congiunta del 11 settembre 2016 recante i parametri di calcolo della spesa di costruzione ed il costo degli alloggi promozionali pubblici.

Le prospettive economiche rimangono “positive” per l’Algeria

Le prospettive economiche rimangono “positive” per l’Algeria, nonostante le sfide legate, in particolare, al calo delle entrate statali causato dal calo dei prezzi del petrolio dal 2014, secondo il gruppo britannico di esperti economici, Oxford Business Gruppo (OBG).

In una retrospettiva economica dell’anno 2017 sull’Algeria pubblicata questa settimana, OBG sottolinea che un recente studio condotto presso gli imprenditori, ha mostrato che il 61% di questi aveva aspettative “positive o molto positive “sul clima imprenditoriale algerino per i prossimi 12 mesi.

Il 70% degli imprenditori intervistati ha affermato che è “probabile o molto probabile” che la propria azienda effettuerà ingenti investimenti di capitale nel 2018.

D’altra parte, si osserva che la maggioranza degli intervistati i merito ai recenti cambiamenti del regime fiscale algerino ha ritenuto che l’ambiente fiscale fosse “svantaggioso o molto svantaggioso”. “Se queste misure potrebbero consentire di rifornire le casse dello Stato, alcuni temono che queste tasse e imposte recentemente introdotte costituiscano un freno al consumo del settore privato in alcuni segmenti, in particolare con l’aumento delle tasse e dei prezzi previsto nel 2018 “, riferiscono gli esperti di OBG.

Il gruppo sottolinea inoltre che la “solidità” dell’economia algerina si è rafforzata nel 2017 grazie all’aumento dei ricavi del settore energetico, alle misure di contingentamento importazioni e all’aumento del gettito fiscale. Rileva che l’Algeria punta a ridurre il valore delle importazioni nel 2018 concentrandosi su una maggiore autonomia e aumentando il numero di prodotti soggetti a restrizioni, aggiungendo che questo obiettivo dovrebbe essere sostenuto da un migliore rendimento dell’energia.

A questo proposito, OBG sottolinea che la ripresa nel settore energetico ha continuato a guidare la crescita quest’anno, ma avverte che la continua dipendenza del paese dai ricavi derivanti dalla vendita di idrocarburi “espone il Paese agli shock esterni”. Precisa che se la performance del settore energetico, che finanzia gran parte del bilancio dello Stato e rappresenta la maggior parte delle esportazioni, dovesse portare il Paese ad una crescita economica complessiva in futuro, il calo delle entrate registrato dal declino del prezzo del petrolio nel 2014 “continua a pesare sull’economia”.

Gli esperti britannici ricordano a questo proposito gli sforzi del governo algerino per far fronte al calo dei redditi e delle riserve di liquidità, registrati negli ultimi anni, le cui misure sono volte ad ampliare la base dell’economia e la revisione al rialzo delle tasse e delle imposte su beni e i servizi. Il calo delle entrate petrolifere, osserva ancora OBG, non impedirà un aumento del 25% della spesa pubblica l’anno prossimo, gran parte della quale sarà destinata a potenziare i progetti infrastrutturali.

L’instancabile sostegno dell’Algeria per il popolo palestinese

Sua Eccellenza Signor Abdelaziz Bouteflika, Presidente della Repubblica ha inviato i saluti al Presidente palestinese Mahmoud Abbas, Presidente del comitato esecutivo dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), in occasione della celebrazione del 53 ° anniversario dello scoppio della rivoluzione del 1 gennaio riaffermando il sostegno dell’Algeria alla causa palestinese e la sua solidarietà con il popolo e i leader palestinesi.

“Mentre il popolo palestinese celebra il 53 ° anniversario dello scoppio della gloriosa rivoluzione del 1 ° gennaio, sono lieto di rivolgere a voi, a nome del popolo algerino e del governo, e a nome mio personale, i nostri migliori auguri, pregando Dio Onnipotente di concedervi salute e benessere e di realizzare le aspirazioni del vostro popolo alla libertà e all’indipendenza “, ha scritto il Presidente Bouteflika nel suo messaggio.

“Colgo l’occasione per lodare i vostri sforzi continui e il coraggio del popolo palestinese nell’affrontare le sfide e difendere i suoi simboli sacri e i diritti nazionali”, ha affermato il Capo dello stato…Il Presidente Bouteflika ha ribadito il sostegno dell’Algeria alla causa palestinese e la sua solidarietà con il popolo palestinese e i suoi leader, fino al recupero dei loro legittimi diritti e alla costituzione del loro stato indipendente con El Quds come capitale”.

Nuovo Anno 2018

In occasione del Nuovo Anno 2018, Sua Eccellenza, l’Ambasciatore Abdelhamid SENOUCI BEREKSI, e Tutto il personale dell’Ambasciata d’Algeria a Roma presentano a tutti gli Algerini e Algerine residenti in Italia, a Malta ed in Bosnia Erzegovina e San Marino i loro sentiti complimenti ed i migliori auguri.

 

Comunicato del Consiglio dei Ministri

Mercoledi 27 dicembre, corrispondente all’8 Rabie El Thani 1439, Sua Eccellenza Signor Abdelaziz Bouteflika, Presidente della Repubblica, ha presieduto una riunione del Consiglio dei Ministri.
Il Consiglio dei Ministri ha avviato i lavori per l’esame e l’adozione del progetto di legge relativo alla protezione delle persone fisiche nel trattamento di dati di carattere personale, presentato dal Ministro della Giustizia, Guardasigilli.
Questo testo accompagnerà lo sviluppo della digitalizzazione di dati amministrativi, giuridici e finanziari in numerosi settori del servizio pubblico e disciplinerà la protezione delle persone fisiche nel trattamento dei loro dati di carattere personale.
 
A tal proposito, il progetto di legge stabilisce soprattutto (i) l’esclusione dei dati ad uso privato esclusivo del trattamento in oggetto, (ii) la necessità dell’accordo della persona interessata durante il trattamento dei suoi dati personali, fatte salve situazioni di obblighi legali, essenzialmente giuridici, (iii) l’istituzione di una protezione rafforzata per la protezione dei dati personali del bambino, (iv) e l’istituzione di un’Autorità nazionale di protezione dei dati di carattere personale, posta presso il Presidente della Repubblica.
 
Il Consiglio dei Ministri ha proseguito i lavori con l’esame e l’adozione di un progetto di legge relativo alla revisione del Codice di procedura penale, presentato dal Ministro della Giustizia, Guardasigilli.
Questa revisione riguarda anzitutto il casellario giudiziale che i cittadini residenti all’estero potranno in futuro ritirare a livello delle ambasciate e dei consolati. Il cittadino potrà ugualmente consultare il proprio casellario giudiziale n 2, questo eviterà situazioni in cui gli indagati siano condannati senza saperlo. La revisione istituirà infine il casellario giudiziale per le persone giuridiche, questo consoliderà la trasparenza delle transazioni.
 
Nell’ambito della stessa revisione, il regime di coercizione giudiziaria sarà attuato dopo sentenza definitiva.
 
Infine, la revisione del Codice di procedura penale permetterà ai cittadini condannati da delle giurisdizioni estere con l’iscrizione nel casellario giudiziale di sollecitare la loro riabilitazione presso le giurisdizioni algerine al termine delle scadenze legali.
 
In seguito all’adozione di questi due progetti di legge, il Signor Presidente della Repubblica ha invitato il Governo a proseguire l’approfondimento della riforma della giustizia che ha già superato numerosi passaggi e che dovrà anche prendere in consegna le disposizioni della Costituzione modificata l’anno scorso soprattutto quelle relative alla protezione dei diritti e delle libertà dei cittadini. Il Capo dello Stato ha anche insistito affinché la giustizia si adatti con le proprie leggi e competenze umane alle conseguenze dei mutamenti economici nazionali in modo da arbitrare le controversie e i conflitti del mondo degli affari.
In seguito Il Consiglio dei Ministri ha esaminato e adottato tre decreti presidenziali relativi all’esplorazione e allo sfruttamento degli idrocarburi.
Due di questi decreti approvano i contratti con cui ALNAFT assegna a SONATRACH la ricerca e lo sfruttamento sul perimetro denominato BOURARHAT nella wilaya d’Illizi e sul perimetro denominato AHNET nella wilaya d’ADRAR.
 
Il terzo decreto approva una clausola aggiuntiva ad un contratto concluso nel 2000 tra SONATRACH e le società PETRONAS e CEPSA per lo sfruttamento del perimetro de RHOUDE ERROUMI. L’atto aggiuntivo approva la cessione da parte di PETRONAS a CESPA della totalità delle sue quote su questo perimetro.
Al termine dell’esame dei punti all’ordine del giorno della riunione del Consiglio dei Ministri, il Presidente della Repubblica ha fatto riferimento ai fatti avvenuti in questi ultimi giorni in alcune wilayas del paese sulla rivendicazione dell’insegnamento del Tamazight.
Al riguardo, il Presidente Abdelaziz Bouteflika ha ricordato che la Costituzione modificata l’anno scorso ha definitivamente secretato l’approvazione da parte di tutto il popolo del Tamazight anche essa lingua nazionale e ufficiale quale sigillo supplementare della sua unità nazionale, allo stesso tempo la Nazione ha dato mandato allo Stato per la sua promozione e il suo sviluppo.
Il Capo dello Stato ha esorato il Governo a compiere ogni sforzo per la generalizzazione dell’insegnamento e dell’uso del Tamazight, in conformità alla lettera e allo spirito della Costituzione. Il Presidente della Repubblica ha anche incaricato il Governo di accellerare la preparazione del progetto di legge organica sulla creazione di un’Accademia algerina della lingua amazighe.
Con lo stesso spirito e esprimendo i suoi migliori auguri al popolo algerino alla vigilia del 2018, il Presidente Abdelaziz Bouteflika ha annunciato la sua decisione di consacrare il 12 gennaio a partire da quest’anno alla festività del Yenayer come giornata non lavorativa e retribuita, il Governo è incaricato di adottare le dovute disposizioni al riguardo.
 
Tale misura come tutte quelle già prese a vantaggio della nostra identità nazionale nella sua triplice componetene islamica, araba e amazighe avvalorerà l’unità e la stabilità nazionale allorché sfide multiple interne e regionali ci interpellano – ha concluso il Presidente della Repubblica.

 

Memorandum d’intesa sull’energia rinnovabile Sonatrach-ENI

La compagnia nazionale Sonatrach e il gruppo italiano ENI hanno firmato lunedì il 18 decembre 2017 ad Algeri un memorandum d’intesa sulle energie rinnovabili.

Il documento è stato firmato alla presenza del Presidente e Amministratore Delegato di Sonatrach, Abdelmoumem Ould Kaddour, e del Presidente e Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi.

Il protocollo di intesa mira ad individuare nel Brownfield Sonatrach, i siti potenziali per la costruzione di unità di produzione di energia solare, condurre studi di fattibilità, e una volta che i siti saranno stati selezionati, sviluppare un modello di business per lo sviluppo dei progetti identificati.

Le discussioni tra le due parti hanno riguardato anche lo stato della partnership tra Sonatrach ed ENI, caratterizzata da una collaborazione di lunga data tra le due società nel campo dell’industria degli idrocarburi in Algeria.

Le due parti hanno concordato di presentare una relazione sullo stato dell’avanzamento dei progetti oggetto di questo memorandum d’intesa e di riunirsi a tal fine alla fine di marzo 2018.

L’Algeria ha lanciato il suo primo satellite per le telecomunicazioni con successo

L’Algeria ha lanciato lunedì 11 dicembre 2017 il suo primo satellite per le telecomunicazioni ” Alcomsat-1″, da Chichang, in Cina, per permettere la moltiplicazione dei canali radio e di televisione nel Paese, ma anche per ottimizzare la qualità del segnale dei satelliti di geolocalizzazione.

Questo satellite fornirà una copertura nazionale e regionale nelle regioni del Nord Africa e la regione del Sahel e permetterà il miglioramento delle telecomunicazioni, della velocità di trasmissione delle reti internet, la ricezione di molti programmi di radiodiffusione e di televisione e di servizi di trasmissione vocale ad alta portata nonché della teledidattica e delle videoconferenze.

L’Agenzia Spaziale Algerina ha confermato che il satellite algerino è stato lanciato dalla base cinese “Chichang” nella provincia di Sichuan, a 2200 km a sud-ovest della capitale Pechino, precisando che secondo i dati dal centro di Chian per la localizzazione satellitare e di controllo dei satelliti, le operazioni di separazione del satellite Alcomsat-1 dal veicolo di lancio e la sua entrata in orbita di trasferta geostazionaria sono state eseguite con successo 26 minuti dopo il decollo verticale.

Cinque manovre di Alcomsat-1 saranno necessarie nei prossimi sei giorni per raggiungere la sua orbita geostazionaria 36.000 km e la sua posizione orbitale di 24,8 gradi. Dopo questa fase, è previsto un periodo da 3 a 6 mesi per la messa in orbita e per i test in orbita prima dello sfruttamento operazionale del satellite.

Gli ingegneri dell’Agenzia Spaziale Algerina controlleranno il satellite attraverso i due centri operativi e di controllo dei sistemi di telecomunicazioni situati nella città di Boughezoul vicina a Medea, a 160 chilometri a sud della capitale algerina, e a Bouchaoui nella capitale algerina. Gli stessi procederanno all’attivazione, alla sorveglianza e al controllo dei diversi sottosistemi di satellite e delle sue appendici.

In questa occasione, Sua Eccellenza il Presidente, Abdelaziz Bouteflika, in una dichiarazione presidenziale rilasciata domenica, si è congratulato per il ruolo dei tecnici algerini nel lancio riuscito del satellite ” Alcomsat-1 “, stimando che questo successo rappresenti il coronamento delle forti relazioni tra l’Algeria e la Cina e di un serio lavoro di lungo periodo nel settore delle tecnologie spaziali. Il Presidente ha anche espresso al Presidente cinese la sua gratitudine per l’assistenza fornita all’Algeria nel lancio del satellite.

Dal canto suo il Presidente cinese si è congratulato con il Presidente Abdelaziz Bouteflika per il successo del lancio di questo satellite e la volontà della Cina di trasferire in Algeria le tecnologie avanzate nel campo delle comunicazioni spazialI.