SONATRACH ed Eni rafforzano la loro cooperazione sul gas in Algeria

Il 17 Luglio 2018 a Milano, il Presidente Direttore Generale di Sonatrach, Abdelmoumem Ould Kaddour, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato un accordo che costituisce un ulteriore passo in avanti per il rafforzamento della partnership nel bacino di Berkine, in sinergia con gli asset esistenti di BRN e MLE e con l’obbiettivo di realizzare un gas hub nell’area.

Tale accordo, che si colloca nell’ambito del Protocollo di Accordo firmato lo scorso aprile in occasione delle “11esime Giornate Tecnico Scientifiche” di Sonatrach organizzate ad Orano, è volto alla realizzazione di un ambizioso programma di rilancio delle attività di esplorazione e sviluppo nell’area, attraverso l’ottimizzazione delle infrastrutture esistenti in sinergia con quelle di prossima realizzazione: l’installazione di una linea di 180 km che collegherà in fast-track gli asset di Beni BRN con quelli di MLE che diventeranno quindi il gas hub del bacino di Berkine.

SONATRACH ed Eni hanno inoltre concordato le condizioni commerciali per l’anno 2018-2019 in linea con il mercato del gas. Le due società hanno concordato di avviare un negoziato commerciale con l’obiettivo di valutare il prolungamento della fornitura di gas oltre la naturale scadenza contrattuale del 2019, nell’ambito di un rafforzamento della loro cooperazione e partnership.

Il Sig. Claudio Descalzi, ha dichiarato: “Si tratta di un ulteriore passo in avanti nel percorso strategico di espansione delle nostre attività in Algeria e nella rinegoziazione da parte di Eni dei contratti di fornitura di gas a lungo termine. Esso segna anche lo spirito di forte collaborazione tra Sonatrach ed Eni, che si sta sviluppandi in diversi settori, dall’esplorazione allo sviluppo di nuovi progetti di gas nell’ambito delle energie rinnovabili”.

SONATRACH ed Eni hanno inoltre convenuto di rafforzare ulteriormente la loro cooperazione nel settore petrolchimico, delle energie rinnovabili, nei progetti offshore dell’Algeria e altre opportunità di cooperazione internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.