L’Algeria partecipa al 31 ° Vertice dei capi di Stato e di Governo africani a Nouakchott

Nella sua qualità di rappresentante del Presidente della Repubblica Abdelaziz Bouteflika, il Primo Ministro Ahmed Ouyahia, ha preso parte al 31esimo vertice dei capi di Stato e di Governo dell’Unione africana, tenutosi domenica e lunedì nella capitale mauritana NOUAKCHOTT, accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri, Abdelkader Messahel.

Come parte della riflessione del vertice sul tema dell’anno “Superare la corruzione: un percorso sostenibile per la trasformazione dell’Africa”, Ouyahia ha detto che a livello continentale “la corruzione non è una triste singolarità africana come alcuni dei discorsi qua e là vogliono far credere. Ha sottolineato che “al contrario, nonostante i limiti oggettivi che ancora pesano sui suoi mezzi, l’Africa può essere onorato di aver abbracciato la lotta alla corruzione, un crimine pericoloso per lo sviluppo e persino per la stabilità dei nostri paesi “.

Illustrando questo, il Primo Ministro ha sottolineato la convinzione dell’Unione africana per la prevenzione e la lotta contro la corruzione adottata quindici anni fa all’indomani della conclusione di un accordo analogo con le Nazioni.

Ha sostenuto che questa determinazione dell’Algeria è stata illustrata dalla ratifica delle convenzione delle Nazioni Unite e dell’Africa per la prevenzione e la lotta alla corruzione, il cui contenuto è stato ampiamente incorporato nella legislazione nazionale in materia.

Il Primo Ministro ha anche ricordato che l’Algeria ha un organo costituzionale per la prevenzione e la lotta alla corruzione, che contribuisce attivamente alla gestione di questo problema.

Il Primo Ministro ha concluso il suo intervento sottolineando che l’Algeria sta conducendo la sua lotta contro la corruzione in modo trasparente, presentando la sua relazione nazionale agli organi africani e delle Nazioni Unite competenti in questo settore.

Ouyahia ha fatto il suo intervento basandosi sul rapporto preparato dal presidente della Nigeria che è stato designato, nell’ultimo vertice dell’UA ad Addis Abeba, “campione africano della lotta alla corruzione”.

A margine di questo vertice, il Primo Ministro, nella sua qualità di rappresentante del capo dello Stato, ha incontrato i presidenti del Mali Ibrahim Boubacar Keita, Denis Sassou N’Guessou, Emmerson Mnangagwa Zimbabwe e del Sahara Occidentale Ibrahim Ghali.

Il Sig. Ouyahia ha trasmesso a ciascuno di questi presidenti i fraterni saluti del Presidente della Repubblica, nonché i suoi migliori auguri per il trentunesimo Vertice dell’Unione Africana.

Gli scambi del Primo Ministro con questi capi di stato africani si sono concentrati sulle relazioni bilaterali e sui modi e sui mezzi per rafforzarle. A tale riguardo, ha ribadito “l’impegno dell’Algeria per rafforzare i legami di fratellanza e solidarietà che ha con questi paesi“.

Con i quattro capi di stato il signor Ouyahia ha anche avuto uno scambio di vedute sulle principali questioni all’ordine del giorno dell’Unione africana e il suo trentunesimo vertice, tra cui la riforma istituzionale dell’Organizzazione panafricana, l’attuazione del l’area continentale di libero scambio e la questione del Sahara occidentale.

Nel ribadire il loro impegno per lo sviluppo dei legami di cooperazione bilaterali e di un dialogo regolare con l’Algeria, i presidenti del Mali, dello Zimbabwe, del Congo e del Sahara Occidentale hanno chiesto al primo ministro di trasmettere i loro sentimenti di stima e si considerazione al Presidente della Repubblica e i loro auguri di progresso verso il popolo algerino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *